La vita è un libro

Io i libri non li leggo, ci cado dentro.

— feeling excited
Triplo - Patrizia Aluffi, Ken Follett

 

Se si vuole passare qualche ora con una lettura che ti estranei completamente dalla realtà, Triplo (e in generale Follett) è l'ideale. C'è la storia, la politica,agenti segreti, agenti doppiogiochisti, semplici pedine manipolate a loro insaputa, una storia d'amore, e una bella caratterizzazione dei protagonisti, il tutto mescolato bene bene come tanti piccoli pezzi di puzzle che alla fine si incastreranno alla perfezione.

Buoni propositi #1

Neve di primavera - Yukio Mishima, Andrea Maurizi A briglia sciolta - Yukio Mishima, Lorenzo Costantini Il tempio dell'alba - Yukio Mishima, E. Ciccarella La decomposizione dell'angelo (Universale economica) (Italian Edition) - Yukio Mishima, E. Ciccarella

Di trilogie, tetralogie e saghe ne ho lette diverse, così quando per caso mi sono imbattuta nella recensione di "Neve di primavera" e ho letto che era solo il primo libro di una serie di quattro, ho subito capito che stava per iniziare una nuova lunga avventura che mi avrebbe portato in Giappone alla vigilia della prima guerra mondiale e negli anni seguenti.

I LIBRI DI MAGGIO

L'assassinio di Roger Ackroyd - Leonardo Sciascia, Giuseppe Motta, Agatha Christie Molto forte, incredibilmente vicino - Jonathan Safran Foer, Massimo Bocchiola Il passato che sorge. - STENO Flavia - 1984 - George Orwell, Stefano Manferlotti

 

Le letture di questo mese sono state piuttosto varie e soddisfacenti.

 

L'assassinio di Roger Ackroyd ★★★★½

 

Ho iniziato andando sul sicuro con Poirot e le sue indagini, svolte con la solita maestria e pungente ironia. Un giallo perfetto con il solito tocco geniale della Christie. Un capolavoro nel suo genere.

 

Molto forte, incredibilmente vicino ★★★★½

 

Non avevo mai letto nulla di Jonathan Safran Foer, ma questo libro mi è entrato dentro piano piano; all'inizio non riuscivo a capire quale fosse il filo conduttore tra le varie voci narranti, ma poi una volta che ogni tassello occupa il proprio posto allora il libro decolla e non ti molla più. Il piccolo Oskar con la sua intelligenza e le sue fobie, che lo rendono dolorosamente troppo adulto per i suoi 9 anni, è uno dei personaggi cui mi sono affezionata di più nelle mie letture.

 

Il passato che sorge ★★½

 

Questo libro mi è capitato tra le mani per caso, riordinando un po' e, attratta dalla copertina e dal titolo, poco tempo dopo ho iniziato a leggerlo abbastanza incuriosita non avendo trovato molte informazioni. 

Essendo stato scritto nella prima metà del secolo scorso ha il linguaggio e il modo di agire e ragionare dei protagonisti un po' antiquato La vicenda è incentrata sulla rapida caduta in disgrazia di una famiglia dell'alta borghesia romana dell'epoca, con un mistero che ha radici, appunto, nel passato. Leggero e piacevole ma nulla di più

 

 

 

Stella stellina...

     

= proprio brutto, chi me l'ha fatto fare!!!

★★ = così così, lascia il tempo che trova 

★★★ = mi è piaciuto, ma...

★★★★ = molto bello, emozionante ed avvincente

★★★★★ = indimenticabile, perché non l'h letto prima!!!

 

 

    Questi "voti" dipendono ovviamente dal momento in cui ho letto il libro, magari con uno stato d'animo differente o una diversa maturità anche il giudizio sarebbe stato diverso.   

    Dato che non rileggo i libri (tranne rarissime accezioni) avendo una lista d'attesa tendente all'infinito, difficilmente ho la possibilità di ricredermi rispetto al primo e, generalmente unico, incontro.

 

New York

New York - Edward Rutherfurd, Stefano Viviani

Come indica il titolo, il libro ci porta alla scoperta della storia di NY a partire da quando era solo una colonia prevalentemente olandese, intorno alla metà del 1600, per arrivare al 2009 attraverso la vita di alcune famiglie, anche di diversa estrazione sociale e che incontreremo nelle diverse generazioni. Secondo me il libro merita di essere letto anche se a volte sono stata a lungo senza prenderlo; il tutto dipende, secondo me dalla "simpatia" assolutamente soggettiva che si prova per qual particolare periodo storico o per le vicende personali che investono la vita privata dei protagonisti del momento, visto che ti ritrovi anche salti temporali di diversi decenni e capita quindi di lasciarlo riposare per qualche giorno. E' stata comunque una lettura piacevole e veramente interessante che vi consiglio a prescindere.